Discipline orientali, tra attualità e tradizione

Andiamo alla scoperta di un mondo affascinante, quello delle Arti marziali orientali, che con la loro storia millenaria riscuotono sempre più successo ed interesse anche in Occidente.

A farci da guida è il Maestro Severino Maistrello, discepolo interno di terza generazione del Maestro To Yu e suo rappresentante in Europa per la diffusione del Tai Chi Chuan, Pa Kua, Liang Yi, Hsing Yi, Tao Yin Chi Kung del “Vecchio Stile Fu” come tramandato dal fondatore il Gran M° Fu Chen Song e praticato fedelmente dai suoi successori diretti.
Al M° Maistrello, alla luce dei suoi oltre quarant’anni di pratica, abbiamo chiesto di spiegarci quali sono oggi gli obbiettivi ed i benefici nel praticare queste discipline, e come riuscire ad orientarsi in un panorama così ampio e complesso, dove insieme a tantissimi praticanti seri e coscienziosi non mancano purtroppo eccessi che ricordano i vecchi film degli anni Settanta e derive new age scollegate dalla realtà quotidiana.

Una delle particolarità di queste discipline è senz’altro un lavoro profondo e intenso sull’equilibrio – tanto fisico quanto emotivo e psicologico – del praticante, caratteristica questa che le rende adatte ad un pubblico di praticanti che spazia dall’età più giovane a quella più adulta. Così, la pratica rivolta ai bambini può essere un utile strumento per “incanalare” la loro naturale esuberanza, affiancando insieme ad un approccio ludico e divertente una disciplina che abitua al rispetto delle regole ed al lavoro di gruppo mentre chi è già nella terza età potrà trovare giovamento in una attività che stimola le articolazioni, allena la memoria intellettiva e corporea e favorisce la socializzazione.

Se un tempo queste discipline erano ammantate di mistero e riserbo, oggi la disponibilità delle moderne tecnologie offre certamente strumenti che consentono di fare fronte alle distanze che a volte separano gli allievi dai loro insegnanti, senza per questo prescindere dal fondamentale ed indispensabile rapporto personale che si instaura nella pratica di queste Arti che – oggi come ieri – vengono trasmesse nella loro essenza “da cuore a cuore”. Di certo la Rete non potrà mai sostituire un insegnante in carne ed ossa, ma moderne piattaforme multimediali come quella disponibile tramite il sito www.videocorsitaichitradizionale.it permettono oggi di accedere ad un bagaglio di informazioni inimmaginabile sino a pochi anni fa.

Ovviamente un argomento così vasto non poteva essere analizzato in profondità nel poco tempo a nostra disposizione, così invitiamo tutti coloro che vogliano sapere qualcosa di più su questo affascinante mondo a visitare il sito www.wudang.it

Lascia un commento